CaLCiO MoDeRnO

Il Blog del Calcio

Email Button

sabato, agosto 27, 2005

La serie B pensa solo ai soldi


Prima giornata di B: non si gioca in quasi nessun stadio

La decisione di portare in maniera definitiva la serie B al sabato pomeriggio aveva già fatto arrabbiare, e non poco, i tifosi, dal nord al sud Italia.

Come sempre però, nessuno aveva considerato ciò che avevano da dire, i capi del pallone avevano deciso per loro che “era meglio così”, per le società, maggiori introiti derivanti dai, soliti, diritti tv, era meglio per la serie cadetta per dare maggiore visibilità ed importanza, e volevano anche fare credere che era meglio per i tifosi: più introiti ci sono, maggiori sono le possibilità di costruire grandi squadre di campioni per dominare il campionato e fare sognare tutti quanti. Sappiamo benissimo però che non basta disporre di grandi capitali per fare una grande squadra, ma soprattutto di persone capaci a scegliere bene nella giungla del calciomercato. Ma questa è un’altra storia.


La rivolta dei tifosi ha però prodotto un crescente interesse nei sindaci delle città ospitanti la B. Gli interessi dei comune sono molteplici, non solo il calcio, e, giustamente, si è pensato anche a chi del pallone non ne fa una ragione di vita.

La cosa che più stupisce in tutta questa vicenda non è tanto il blocco dei sindaci, quanto la scarsa considerazione tenuta nei confronti di tutti i tifosi. Nessuno si è preoccupato se poi qualcuno in effetti potesse seguire le partite allo stadio (o in tv), considerando che molti potrebbero anche lavorare o svolgere attività che solo di sabato possono essere fatte. Nessuno ha considerato che chi magari si era abbonato a giugno alla propria squadra pensando di andare allo stadio alla domenica, si trovi adesso nelle condizioni di saltare delle partite, per motivi non suoi, con conseguente danno economico.

Il tifoso ha la fede, ma non è cieco e alla lunga la corda si spezzerà…senza i tifosi, soprattutto negli stadi, il calcio non ha più senso di esistere. Manca ancora molto a questo giorno?

2 Comments:

At 28/8/05 13:19, Anonymous Samuele ha scritto:

Direi che non manca molto. Ma Galliani & C. proprio a questo vogliono arrivare: solo calcio televisivo; una schifezza. Il calcio va vissuto allo stadio, non sul divano di casa.

 
At 28/8/05 19:38, Blogger Matteo F. ha scritto:

Forse Galliani no, a lui lo stadio piace e ancora di più se è pieno...
Ha le sue belle colpe, però divise con i tutti i presidenti di A e B. Non decide solo lui. Se tutti lo rieleggono evidentemente fa gli interessi un po' di tutti.

Detto questo, o si danno una regolata o finirà male.

 

Posta un commento

<< Home