CaLCiO MoDeRnO

Il Blog del Calcio

Email Button

giovedì, luglio 28, 2005

Oltre il caso Genoa


Tifosi del Genoa protestano contro la sentenza

Dopo la mazzata a Torino, Messina e Genoa, è lecito domandarsi una cosa: perchè proprio quest'anno tutte queste sentenze assieme e così dure?
E' solo un caso o c'è un programma ben preciso che ha portato a queste sentenze nei confronti, soprattutto, di Torino e Genoa, da sempre squadre storiche del nostro calcio?

In altri post ci eravamo chiesti se non fosse ormai la pay-tv a decidere sulle faccende pallonare per i suoi interessi e non per quelli di un calcio regolare. Alla luce di questi fatti non mi sento di coinvolgere ancora la tv per un semplice motivo: avere Toro e Genoa in A significa avere più abbonati al satellite e 4 derby sicuri da trasmettere in posticipo, con conseguente guadagno anche del Digitale Terrestre. Senza di loro e con (forse) Ascoli e Treviso, non sarebbe la stessa cosa.


Ho però un'altra idea.
E' proprio di questi giorni la candidatura ufficiale dell'Italia, alla commissione Uefa, per l'organizzazione degli Europei del 2012.
Si è già proceduto nel corso del campionato a "colpire" i violenti negli stadi in fretta e furia con decreti-lampo e con l'introduzione dei fantomatici biglietti nominali (dal prossimo anno) e maggiori controlli. Tutto per cosa? Non di certo per una maggiore tranquillità negli stadi, quanto per far dimenticare alla svelta alla Uefa i fatti dell'Euro-Derby di Champions League tra Inter e Milan, per far vedere insomma che la FIGC si sta adoperando in tutti i modi per un calcio migliore...ancora migliore se ci saranno gli Europei (e tutti i soldi ad essi collegati per rifare gli stadi!).

La situazione Genoa-Torino-Messina rientra in questo discorso: "facciamo vedere che da adesso in poi chi sbaglia paga, così capiscono che qui (in Italia) le cose si fanno per bene!".

Sarà fanta-calcio estivo e accaldato però non mi stupirei più di tanto se le cose fossero effettivamente così.