CaLCiO MoDeRnO

Il Blog del Calcio

Email Button

martedì, marzo 22, 2005

QUELLO CHE NON VEDI... Emozioni di C1


Riccardo Taddei, 24 anni, Cremonese,
permette con la doppietta di domenica scorsa
il nuovo sorpasso in testa al Girone A della C1
a spese del Pavia.


Continua la staffetta in testa al girone A della C1. La Cremonese supera di misura il fanalino di coda Prato. La squadra di Discepoli ha risposto colpo su colpo alla prima della classe, che solo grazie ad una doppietta di Taddei riesce alla fine ad avere la meglio. Riccardo Taddei (5/9/80), alla 3a stagione in grigiorosso, dopo Genoa in B e Fiorentina. Già 11 gol quest'anno, ne aveva segnati 5 nelle precedenti 2 stagioni. Quando non segna Prisciandaro, ci pensa lui. Intanto il Pavia si fa fermare in casa dal Pisa di Ivo Iaconi sull'1-1.
Nell'altro girone il Rimini vive di rendita, l'Avellino supera un ostacolo ostico (2-1 alla sorprendente Sambenedettese di Ballardini), il Napoli continua la corsa e le polemiche, la Reggiana sfiora il colpo a Martina Franca.



Abbiamo detto di Cremonese-Prato, con i toscani che fanno passare un brutto quarto d'ora finale ai lombardi. Il 2-1 alla fine riconsegna nelle mani dei grigiorossi il primo posto a spese del Pavia che si fa imporre l'1-1 casalingo dal Pisa. I locali segnano nel primo tempo su rigore con Gorini, ma devono subire il ritorno dei nerazzurri, che non solo pareggiano al 23° della ripresa con una punizione dello specialista Bonfiglio, ma rischiano anche di passare in un paio di occasioni. Il finale è di nuovo dei padroni di casa, con Ciullo che sfiora il gol, ma ormai il pareggio è giusto. Il Grosseto fa 0-0 a Lumezzane, mentre proprio ieri sera nel posticipo di RaiSport Satellite abbiamo assistito all'assalto della Pro Patria ad un Mantova ben organizzato che ha rischiato a metà ripresa su un tiro a botta sicura di Temelin, che sulla respinta di Cappelletti da calcio di punizione forte ma centrale, non riusciva a centrare la porta. Lo 0-0 finale è bugiardo, ma francamente nessuna delle due squadre avrebbe meritato di perdere una partita "tosta" ed equilibrata. Il prossimo turno (sabato 26, causa festività Pasquale) potrebbe ancora favorire i grigiorossi di Roselli, che riceveranno la visita del Como, visto che è previsto il big-match Grosseto-Pavia, una partita che potrebbe decidere più di qualcosa a 9 giornate dal termine del torneo. Per il Mantova turno casalingo con l'Acireale, mentre il Frosinone, di cui abbiamo sottolineato in passato la pericolosità per gli scontri diretti che affronterà in casa, va a Novara.

Nel Girone B la capolista Rimini se la vede brutta a Giulianova, con numerosi e rumorosi tifosi al seguito. Finisce 0-0 con i portieri delle due formazioni, rispettivamente Visi e Dei, migliori in campo. Colpi di scena invece per le due squadre campane, Napoli ed Avellino, che sembrano chiamarsi e rispondersi. Al 45° del secondo tempo, su spizzicata di testa del pampa Sosa, è Consonni con un tiro a volo a pescare il jolly nella porta del Teramo. Il Napoli aveva spinto per tutta la gara, ma gli ospiti si erano difesi col coltello fra i denti, in maniera ordinata ed efficace, con un fastidioso pressing a centrocampo, anche dopo l'inferiorità numerica causata dall'espulsione di Angeli al 13° della ripresa. Pochi secondi dopo, l'Avellino, che fino a quel momento era rimasto imbrigliato in una gara brutta ed insidiosa contro la Sambenedettese, 1-1, rispondeva alla chiamata con Biancolino, abile nel colpire a volo un calcio d'angolo battuto da Moretti. Il gol ristabiliva le distanze dal Napoli e le diminuiva dal Rimini, che però, ricordiamo, deve recuperare la trasferta della sempre più sola Vis Pesaro.
Sabato prossimo il Rimini riceve un altalenante Foggia (domenica scorsa sconfitto in casa dalla Spal addirittura per 1-3), partita da prendere con le molle. L'Avellino va ad affrontare una trasferta insidiosa a Martina Franca, mentre il Napoli se la gioca a Sambenedetto. La Samb in casa ha perso solo in 2 occasioni, il Martina addirittura una, vedremo se l'uovo di Pasqua riserverà sorprese. Chiudiamo con una menzione a Reggiana-Benevento, interessantissima sfida in chiave play-off, in cui i campani potrebbero ancora inserirsi e fare da terzo incomodo trasformarmando, stando così le cose, il mini-torneo finale in uno spareggio quasi tutto campano.
Non ci sono posticipi e si gioca Sabato 26, Buona Pasqua a tutti.